p. Raniero Cantalamessa – Il potere della Croce III: Meditazioni sulla Passione 2009-2018

Guarda l'intervista a padre Rupnik

508

Per sapere chi siamo occorre tornare sempre alla Croce di Cristo.
La contemplazione del Crocifisso ha segnato la fede, la vita e la pietà del popolo cristiano.
Le riflessioni proposte in questo volume sono i commenti alla lettura della Passione tenuti nella basilica di San Pietro durante la liturgia del Venerdì Santo dal 2009 al 2018, a cavallo dei due pontificati di Benedetto XVI e Francesco.
Costituiscono una prolungata e amorosa meditazione sul mistero della Croce. Ideali stazioni di una via crucis, che invitano alla contemplazione, all’adorazione, alla sequela.
La nuova raccolta delle predicazioni del Venerdì Santo di padre Cantalamessa nella basilica di San Pietro, una prolungata e amorosa meditazione sul mistero della Croce.

ACQUISTA IL LIBRO SU

Acquista su Libreria del Santo Acquista su Amazon Acquista su Ibs

Premessa

C’è un giorno dell’anno in cui, per una volta, il centro della liturgia della Chiesa e il suo momento culminante non è l’Eucaristia, ma la croce; cioè non il sacramento, ma l’evento, non il segno ma il significato. È il Venerdì Santo. In esso non si celebra la Messa, ma solo si contempla e si adora il Crocifisso.

Pur commemorando unitariamente, nella veglia di Pasqua, sia la morte che la risurrezione di Cristo, come momenti dell’unico mistero pasquale, la Chiesa ha sentito ben presto il bisogno di dedicare alla memoria della Passione un tempo a parte, per mettere in luce l’inesauribile ricchezza di quel momento in cui «tutto fu compiuto». Nacquero così, fin dal IV secolo, i riti dell’adorazione della croce del Venerdì Santo, destinati a esercitare nei secoli un influsso così determinante sulla fede e la pietà del popolo cristiano.

C’è una grazia tutta speciale che circola in quel giorno attraverso la Chiesa. È il giorno in cui «rifulge il mistero della croce – fulget crucis mysterium», come canta un venerando inno della liturgia.

Le riflessioni proposte in queste pagine sono nate appunto in questo clima e per questo momento. Si tratta di commenti alla lettura della Passione, tenuti nella Basilica di San Pietro, alla presenza del Papa, durante la liturgia del Venerdì Santo, dal 2009 al 2018, a cavallo dei due pontificati di Benedetto XVI e Francesco.

Insieme con le meditazioni pubblicate nei primi due volumi1, esse costituiscono come una prolungata meditazione sul Crocifisso, in tono ora kerigmatico, di annuncio, ora più contemplativo, quasi altrettante stazioni di una speciale via crucis tutta centrata sulla parola di Dio.

Possono servire per un duplice scopo: come meditazioni sulla Passione e come spunti per la nuova evangelizzazione. È certo infatti che anche oggi, come all’inizio della Chiesa, il Vangelo non si farà strada nel mondo per «la sapienza dei discorsi», ma per la potenza misteriosa della croce. Conserva tutto il suo significato programmatico la frase dell’Apostolo, di cui questo libro non vuole essere che una piccola eco: «I giudei chiedono miracoli e i greci cercano la sapienza; ma noi predichiamo Cristo crocifisso, scandalo per i giudei, stoltezza per i pagani, ma per coloro che sono chiamati, sia giudei che greci, predichiamo Cristo potenza di Dio e sapienza di Dio» (1 Cor 1, 22-24).

Nota

1 Il potere della croce, Àncora, Milano 1999; Il potere della croce II, Àncora, Milano 2009.

ACQUISTA IL LIBRO SU

Acquista su Libreria del Santo Acquista su Amazon Acquista su Ibs