Il Vangelo di Gesù raccontato

57

Il Vangelo di Gesù raccontato in lingua corrente, che segue fedelmente i passi dei quattro vangeli canonici. Il protagonista del racconto è un amico dall’infanzia di Gesù che mette in ordine i suoi ricordi e racconta la vita del Messia, arricchendola delle sue considerazioni. Il linguaggio accessibile del racconto della vita del Salvatore lo rende un regalo adatto ai giovani aiutando a superare l’iniziale difficoltà di accostarsi direttamente ai testi biblici.

Lo scopo principale di questo libro è semplice: raccontare la storia di Gesù Cristo non solo attraverso le parole del Vangelo ma anche attraverso belle illustrazioni che possano coinvolgere il lettore nella partecipazione viva agli eventi della vita terrena di Gesù. Il libro presenta, pagina per pagina, un Gesù molto umano, interessato a stare vicino alla gente e molto coinvolto nei problemi sociali e spirituali del suo tempo. L’insegnamento di Gesù rimane molto utile anche per l’interpretazione dei tempi attuali.

Il racconto della vita di Gesù viene fatto da un amico che lo accompagna da vicino durante il percorso della sua predicazione fino alla sua morte in croce e la sua risurrezione. Anche il lettore verrà preso per mano da questo amico e accompagnato a sua volta sulla via della sequela di Cristo.

ACQUISTA IL LIBRO SU
AMAZON | IBS | LA FELTRINELLI | MIMEP DOCETE

LEGGI LA PREFAZIONE

“Ho tanto desiderato mangiare questa Pasqua con voi”

Come un tempo il Signore Gesù desiderava mangiare la Pasqua con i suoi discepoli, anche oggi desidera mangiarla insieme a noi. Il suo più grande desiderio è condividere il suo Corpo e Sangue con ciascuno di noi, con te e con me. Questo desiderio di Gesù lo porto nel mio cuore da moltissimo tempo.

Durante un periodo difficile della mia vita quando stavo sperimentando momenti di dubbio e di smarrimento, una sera, mentre stavo leggendo un libro, ho sentito molto vicino al mio cuore la presenza di Dio. Ho sperimentato ciò che gli apostoli avevano visto sul monte Tabor: lo splendore del volto di Gesù. Allora ricordo aver pregato: “Signore, come è bello essere qui!”. Il Signore Gesù usa vari strumenti per entrare in relazione con l’uomo. Uno di questi strumenti è il libro. Per questo motivo voglio raccontarti, carissimo lettore, la storia di un incontro.

È Gesù che si fa incontrare attraverso la Parola del Vangelo e attraverso immagini che aiutano l’uomo ad elevarsi sopra ciò che è strettamente terreno. Gesù ti aspetta nelle pagine del Vangelo affinché tu riceva da Lui ogni grazia.

Dal mio incontro con Gesù zampilla il grande desiderio di farlo conoscere agli altri affinché tutti possano sentire l’immensa gioia di incontrarlo. Ti affido questo Vangelo di Gesù raccontato affinché tu possa trovare le risposte alle tue domande e trovare la vera felicità del cuore. Che la grazia del Signore ti accompagni sempre!

Desidero ringraziare tutte le persone che ci hanno aiutato nella realizzazione di questo Vangelo raccontato. Ringrazio di cuore tutti coloro che hanno aiutato nella redazione dei testi. Un grazie speciale ad Elena Grespan per la sua dedizione e per il suo preziosissimo aiuto.

Grazie a Michael Grieco per la sua grande sensibilità e pazienza nella realizzazione delle illustrazioni che dipingono cosi meravigliosamente le varie tappe della vita di Gesù e dei suoi incontri con la gente.

Per la realizzazione di ciascuna opera c’è bisogno anche di aiuto materiale. Ringrazio la Fondazione di Comunità Milano per il sostegno materiale, senza il quale non saremmo stati in grado di realizzare questo prezioso libro.

Un grazie di cuore va a Giuseppe Colombo che non si è stancato mai di cercare le vie giuste e che ha sostenuto questo progetto con convinzione e con grande magnanimità.

Ringrazio tutti i volontari che si sono implicati con tutto il cuore per la realizzazione del libro e anche la casa editrice Mimep Docete per la redazione e la realizzazione del progetto.

E, per ultimo, ringrazio te, caro lettore, per aver scelto di leggere questo libro. Se ti arriverà al cuore non esitare di farlo conoscere anche ad altri.

Sr. Teresilla
Congregazione delle Suore di Maria Vergine di Loreto

 

Articolo precedentePreghiera: Ho cercato la verità, amando
Articolo successivop. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 17 Novembre 2021