don Luigi Maria Epicoco – In principio erano fratelli

214

- Pubblicità -

Prove di fraternità nella Bibbia

Caino e Abele. I figli di Noè: Sem, Cam e Jafet. Giuseppe e i suoi fratelli. Esaù e Giacobbe. Tutto il racconto della Genesi è abbracciato da una grande parentesi di fraternità fallite.

La Bibbia mette queste vicende proprio all’inizio perché nella parte più profonda dell’uomo è sedimentata una ferita, un fallimento, un anello debole, non la capacità ideale di essere in relazione e in comunione.

C’è una parte di noi che va presa in considerazione, offerta a Dio e redenta, affinché non diventi famelica e omicida. Soltanto questo farà di noi persone libere e capaci di amarsi. Figli (quindi fratelli) e non servi.

ACQUISTA IL LIBRO SU
AMAZON | LIBRERIA DEL SANTO

Articolo precedenteMonaci Benedettini Silvestrini – Commento al Vengelo del 13 Marzo 2022
Articolo successivoNicaragua – Comunicato della Santa Sede