Caterina fata zanzarina – Natale allo Specchio

2

Caterina fata zanzarinaCaterina Rompi è una bimba come tante altre con un carattere pungente che ne determina il soprannome di Zanzarina. Il nuovo compito assegnatole dalla maestra scatena delle reazioni e degli avvenimenti eccezionali che cambieranno per sempre la percezione del mondo di Caterina e il suo rapporto con gli altri.

Caterina subisce una mutazione importante, inizialmente solo fisica e in un secondo momento anche spirituale e profonda. Inoltre, la fiaba, non si limita a descrivere un buon percorso di riflessione e crescita, ma produce anche un sogno: il cambiamento di sé, in termini positivi, offrendo ai bambini una chiave possibilista che fa ben sperare e li mette in condizione di scegliere sempre chi essere e come porsi con gli altri. Ricordando anche agli adulti che si può cambiare.

“Lascia un buon ricordo di te”. Come la verità viene sempre a galla, cosi la gentilezza e la correttezza trionfano sempre sulla cattiveria e la maleducazione. Comportarsi bene conviene.

Una favola per bambini della scuola primaria – fruibile anche alle medie. Un’età in cui il carattere si sta formando e rafforzando. Un’età in cui la sensibilità e la suscettibilità possono giocare un grande ruolo nel percorso di crescita. Insistere sul principio della verità e della correttezza, sui modi di fare e sull’ateggiamento in generale sembra più che opportuno.

Acquista il libro

Allegato: CD audio con musica di Andrea Marinelli, Francesca Touré
e Federico Fajeti

Articolo precedenteQuando il pane non basta – viaggio nelle mense della Caritas
Articolo successivoCalendari ed Agende 2014