La dignità del minore nel mondo digitale – al via il convegno alla Gregoriana

79

Un congresso internazionale sulla pedofilia online e i rischi del «dark web» per un crescente numero di minori in tutto il mondo (solo in India si affacciano in questi anni su internet 500 milioni di persone) si apre domani alla Pontificia Università Gregoriana alla presenza, tra gli altri, del cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano, e del presidente del Senato italiano Pietro Grasso.


I bambini e gli adolescenti costituiscono un quarto dei più di 3,2 miliardi di utenti di internet nel mondo. Questa generazione di più di 800 milioni di giovani è esposta al rischio di divenire vittima di sextortion, sexting, cyberbullismo e molestie.

Questo problema globale richiede una soluzione globale. Abbiamo bisogno di un dialogo aperto e profondo per creare una maggiore consapevolezza e mobilitare azioni per una migliore protezione dei minori online.

Child Dignity in the Digital World’ (La dignità del minore nel mondo digitale) è il primo congresso globale del suo genere e raccoglierà gli stakeholder e i leader internazionali provenienti dai settori pertinenti.
Organizzato dal Centre for Child Protection presso la Pontificia Università Gregoriana (Roma), questo pionieristico congresso rappresenta una pietra miliare nella lotta internazionale contro l’abuso sessuale di minori in ambiente digitale.

Questo congresso, a cui è possibile partecipare esclusivamente su invito, raccoglierà illustri esperti accademici, dirigenti, leader civili e politici, e rappresentanti religiosi provenienti da tutto il mondo. Si tratta di una opportunità storica per dettare l’ordine del giorno nella lotta all’abuso sessuale di minori on line e per la protezione dei minori nel mondo digitale.

SI PREGA DI NOTARE: la lingua usata durante il Congresso è inglese.

Segui #ChildDignity per ricevere le tweets più recenti sul congresso.

Nota del Rettore

In qualità di Rettore della Pontificia Università Gregoriana, è un onore e un piacere ospitare il Congresso Mondiale “Child Dignity in the Digital World”. Questo Congresso è la continuazione dell’impegno che questa Università ha mostrato fin da quando il Simposio dedicato agli abusi sessuali su minori “Verso la guarigione e il rinnovamento” ha avuto luogo nel 2012. Il Simposio ha portato alla fondazione del Centre for Child Protection dell’Istituto di Psicologia di questa Università, un ulteriore passo avanti per affrontare quella che Papa Benedetto ha definito la “ferita aperta” degli abusi.

Papa Francesco ci ha chiamati a rinnovare il “coraggio che genera dinamiche capaci di prendere coscienza della realtà che molti dei nostri bambini oggi stanno vivendo” e ad assicurare che la dignità dei bambini non sia solo rispettata ma, soprattutto, difesa. E cosa vi è di più presente e pressante, per i nostri bambini, del mondo digitale?  I giovani vivono con i benefici, le sfide e le minacce che l’era digitale comporta in ogni paese di questo mondo.
Nessun paese, nessuna istituzione, nessuno singolo essere umano può risolvere questo problema agendo da solo. Dobbiamo rimanere alleati in questo sforzo multi-religioso e multi-nazionale in difesa della dignità dei minori: dobbiamo comprendere che siamo tutti responsabili gli uni degli altri nel mondo.

Per questa ragione, sono lieto di dare il benvenuto a figure di rilievo accademico, del business, a leader del mondo religioso e civile qui alla Pontificia Università Gregoriana. A tutti loro auguro successo nel lavoro, alla ricerca di una comprensione adeguata dei problemi che questo Congresso affronterà e nella costruzione di una autentica, continua collaborazione per trovare soluzioni, rimanendo pienamente convinto che “da come sono trattati i bambini si può giudicare la società” (Papa Francesco).

Fr. Nuno da Silva Gonçalves SJ
Rettore della Pontificia Università Gregoriana, Roma 

Articolo precedenteCommento alle letture di domenica 8 ottobre 2017 – don Jesús GARCÍA Manuel
Articolo successivoI bagni in San Petronio sono una bufala!