CEI – Sussidio per l’Avvento 2015

348

avvento Etty Hillesum N 2 - marchiettoE’ in arrivo il secondo numero della collana Dentro la Parola, il sussidio dal titolo “Cercherò di non appesantire l’uomo” che vuole accompagnare da vicino il cammino della Chiesa in preparazione al Natale. Si tratta di quattro tappe scandite dalla compagnia di Etty Hillesum. Ogni tappa corrisponde a una settimana di Avvento e si propone in un foglio piegato in più parti. Le pieghe organizzano lo spazio dei contenuti modulandoli in modo da coinvolgere i giovani, offrendo più livelli di lettura, riflessione e approfondimento, sia per il singolo che per il gruppo.

Etty Hillesum è una figura molto particolare e poco canonica. La sua vicenda la pone al centro del cuore più buio della storia recente come una piccola luce, capace di un amore infinitamente compassionevole. Le quattro settimane di Avvento saranno scandite da quattro particolari aspetti della sua spiritualità:

  1. Una sorgente molto profonda – La scoperta di Dio come un Tu intimo a cui rivolgersi. 
  2. Amo in ognuno un pezzetto di te – L’amore universale come frutto dell’esperienza di Dio in sé. 
  3. Cercherò di aiutarti, mio Dio – L’idea di un Dio onnipotente nell’amore, lontana da derive miracolistiche. 
  4. Un unguento versato su tante ferite – La donazione ultima e definitiva di sé nel proprio qui e ora.

Il sussidio viene venduto (completo di tutti e quattro i fogli) in buste da 50 copie al costo di 25 euro (euro 0.50 per serie), più le spese di spedizione.
Chi avesse intenzione di acquistare il sussidio, può già inviare una mail a: [email protected] indicando l’indirizzo di spedizione, i dati di fatturazione (denominazione, indirizzo fiscale e codice fiscale di persona o parrocchia o diocesi o istituto religioso), un cellulare di riferimento per il corriere.
La fattura non giungerà con il materiale, ma per posta elettronica direttamente dalla distribuzione.

Leggi la presentazione completa

Fonte

Articolo precedenteMeditazione Mattutina di Papa Francesco del 17 novembre 2015 a casa Santa Marta
Articolo successivoCommento al Vangelo di domenica 22 novembre 2015 – Alberto Maggi