Il Risorto mi chiamò per nome – In preghiera con Maria di Magdala

305

- Pubblicità -

Maria di Magdala ci svela il segreto del suo incontro con il Risorto: non è possibile riconoscerlo, anche se egli è sempre con noi, finché non ci chiama per nome e il cuore scoppia di felicità.

Fra i testimoni privilegiati dell’incontro con il Risorto, nel mattino di Pasqua, spicca la figura di Maria di Magdala. Ci poniamo in preghiera, entrando nel mistero della sua esperienza, per fare spazio dentro di noi all’appello del Maestro, il Vivente, che ci chiama alla sequela e all’annuncio.

Là nel giardino…
ho visto il mio Signore

Là, nel giardino
all’alba vorrei essere
a cercarti ancora,
o Signore,
per sentire la tua voce
che interroga
le mie lacrime
e dalle tue labbra il soffio
del mio nome
come carezza di luce
inattesa
che fa sussultare il cuore.
 
Si asciugherebbe
all’istante il lago
di antico pianto
per vuote speranze,
e il bagliore del tuo sguardo,
Maestro mio,
mi farebbe riemergere
dalla notte
all’indicibile stupore
di essere con te risorta.
 
Allora avrei ali di fiamma
per andare e gridare
folle di gioia:
Ho visto il mio Signore!
 
Annamaria Galliano