la Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 30 Settembre 2022

92

- Pubblicità -

Il Vangelo di oggi è un inno d’amore per noi, è lo strazio del cuore di Dio. Quel “guai” è la sofferenza di Dio per noi, perché vede persi dei figli amati.

Quale sofferenza per un padre e una madre vedere dei figli perdersi, togliersi la vita, è un dolore indicibile e così è per Dio. Vedere che viene rifiutata la vita, la bellezza, l’amore: guai per te, perché rifiutando l’amore, non avrai più la bellezza nel cuore.

È il grido dell’amore non amato, non riconosciuto; un amore che vorrebbe farci crescere nella bellezza divina, mentre noi ci roviniamo il volto, ci trasfiguriamo in peggio anziché in meglio.

Canale Telegram “la Parola in centoparole

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno