Giovani di Parola – Commento al Vangelo del 6 Settembre 2022

88

- Pubblicità -

Rileggere i nomi dei dodici, ripensare alle loro storie, riconoscere quanto l’azione di Gesù sia stata efficace nelle loro vite, nonostante le loro debolezza, aumenta nel nostro cuore la speranza e, magari, anche il desiderio del discepolato.

Se la vicinanza con Gesù ha trasformato un istintivo come Pietro, un pubblicano come Matteo, uno scettico come Tommaso, dei rissosi come Simone e Giuda Taddeo… perché non dovrebbe trasformare anche noi in testimoni credibili del Suo regno?

- Pubblicità -

In questa settimana, il Vangelo della Domenica, ci ha invitato a riflettere sulle condizioni del discepolato e la Parola di oggi ci fornisce due elementi in più, proprio attraverso gli atteggiamenti del Signore. Infatti, i primi due versetti ci descrivono un Gesù che prega e sceglie! Che prega per tutta la notte, ritirato, in solitudine, e che sceglie, torna con i piedi per terra, perché sa che la volontà del Padre si scopre nella preghiera e si rende concreta con le azioni, con le scelte quotidiane.

Sei un discepolo che si fida della chiamata del Signore, che è pronto a scommettere su sé, cosciente che Lui l’ha già fatto? Allora, prega e scegli!

Fonte: Il canale Telegram ufficiale di Animatori Salesiani: ogni giorno il Vangelo del giorno seguente sul tuo telefono e altri contenuti utili per il tuo cammino spirituale! 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno