Gesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 3 Agosto 2022

187

- Pubblicità -

Vedere il Signore cambiare idea per una preghiera significa sentire la Parola parlare direttamente a noi, che preghiamo in questo momento, duemila anni dopo.
I piani di Gesù sono fissi, lui è venuto per Israele, la sua missione di vita, i suoi sacrifici sono tutti per quel popolo.

Eppure la donna è lì, è presente e ha bisogno di lui: chi se non il Padre l’ha messa di fronte a lui? Perché risparmiare del bene solo perché non è esattamente quella la missione, o vocazione?

- Pubblicità -

È così che a volte anche noi possiamo sentire una vocazione particolare, fare dei piani precisi per raggiungere grandi obiettivi etici o spirituali, ma scordarci di fare del bene lungo la strada (che è la parte più bella della vocazione stessa), perché non lo avevamo previsto, perché abbiamo paura di sbagliare, perché non siamo stato chiamati per quello.

Grazie, Signore, per ricordarci con tuo figlio che la nostra vocazione è onorarti e servirti in qualunque modo, per chiunque ne abbia bisogno, senza le rigidità che la nostra visione limitata del mondo a volte ci può imporre. Perché lasciarsi sorprendere dalla vita è il segno che siamo in ascolto di te, che ti cogliamo e accogliamo nelle piccole libertà della vita, come cagnolini che mangiano le briciole.

Gloria Ruvolo

Continua a leggere gli altri approfondimenti del giorno sul sito

Fonte: Get up and Walk – il vangelo quotidiano commentato