Fabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 25 Novembre 2022

21

- Pubblicità -

Che bello sapere che, di tutto quello che vediamo e sentiamo, di tutte le parole con le quali ci riempiono (e ci riempiamo), resterà qualcosa – Qualcuno – e sarà una Parola d’Amore.

È una Parola che resterà persino oltre la morte e, se siamo capaci di accoglierla, ci salva perché demolisce la più grande bugia secondo la quale finiremo nel nulla. No, non siamo in cammino verso un muro ma verso Qualcuno pronto ad accoglierci in un abbraccio infinito.

C’è chi ci prende per matti, per creduloni, per gente che vive col naso all’insù. Eppure, a parte questa grande discrepanza tra ciò che fanno e che dicono, nessuno ha mai potuto pronunciare parole simili, che a distanza di duemila anni risuonano sempre come nuove. Ma che fare finché saremo qui?

Provare a lasciare il segno facendoci a nostra volta segno di Colui che non passa, affinché anche coloro che incontreremo possano risollevarsi e alzare il capo.


AUTORE: Fabrizio Francesco CampusSITO WEB TELEGRAM