don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 1 Gennaio 2022

309

- Pubblicità -

La Madre di Dio ci porta al Padre

Che bello iniziare un anno nuovo sotto la protezione della Vergine Madre di Dio e quindi madre nostra. Non poteva essere diversamente dal momento che siamo figli di Dio anche noi come dice l’apostolo nella seconda lettura (Gal 4,4-7): “che voi siete figli lo prova il fatto che Dio mandò nei nostri cuori lo Spirito del suo Figlio, il quale grida: Abbà! Padre!”. 

Può un padre non amare i figli o non volere il loro bene? Può un padre lasciare il figlio orfano di madre? Se siamo figli è perché abbiamo lo stesso spirito del Figlio, e se Maria è la madre del Signore, noi partecipando alla sua stessa natura divina non possiamo che affidarci a colei che ci è data per madre dallo stesso Gesù.

All’inizio di questo nuovo anno carichiamoci di fiducia da ricevere e da donare. La riceveremo da Dio se sapremo affidarci di più a Lui e la doneremo a chi ci è intorno se saremo capaci di mantenere un rapporto autentico col Padre. 

Perché questo sia possibile dobbiamo chiedere l’intercessione della Maria santissima che sempre custodisce i figli e li raccomanda al Padre. 

Siano i nostri auguri come quelli della prima lettura (Nm 6, 22-27) in cui invochiamo la benedizione del Signore ricordando che non di denaro, non di fortuna ma di fede e di fiducia hanno bisogno le persone e per chi avrà il nome di Dio sulle labbra e lo diffonderà tra tutte le persone che incontra, grande sarà la benedizione… come dice il libro dei Numeri: Così porranno il mio nome sugli Israeliti e io li benedirò.

  • oggi benedici i tuoi amici anzichè far loro auguri pagani.

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE