Arcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 4 Settembre 2022

72

- Pubblicità -

Gesù ci pone una scelta che può influenzare la nostra intera esistenza. Ci chiede a chi ci affidiamo e su quali criteri basiamo le nostre scelte di vita. Si può dire che il Signore ha un progetto per ciascuno di noi.

E come noi che ci sediamo e valutiamo i mezzi e le possibilità di successo per raggiungere una meta oppure costruire la nostra casa, Dio ci ha disegnato e plasmato per portare la nostra croce e vivere la nostra vita in Lui. Ma ci lascia sempre la possibilità di scegliere, perché il Suo amore è libero.

Infatti, Dio non vuole renderci prigionieri con i suoi comandamenti, ma liberi pensatori e cristiani portatori di felicità. Questo obiettivo rappresenta una vera e propria sfida nella società di oggi, dove le incertezze riguardo il futuro, le relazioni a lungo periodo, oppure il lavoro possono portarci un profondo senso di smarrimento della speranza e di ingigantimento dei problemi.

In questo senso, l’abbandonarci a Gesù, affidando tutto quello che viviamo, è un passo verso la felicità cristiana.

FONTE: Ascolta e Medita – Centro Pastorale per l’Evangelizzazione e la Catechesi

I commenti di questo mese sono curati da Centro Diocesano per le Vocazioni di Pisa