Vestigia trinitatis

    323

    (Lat. « impronte, tracce della Trinità »). Accenni dell’essere tripersonale di Dio che si possono trovare nel mondo creato, specialmente negli esseri umani. Sant’Agostino di Ippona (354-430) vide la Trinità rispecchiata nella memoria, nell’intelletto e nella volontà dell’essere umano. Altre tracce della Trinità possono essere l’« Io – Tu Noi » dei rapporti interpersonali, la struttura della famiglia: padre – madre – figlio e la ricerca umana per la pienezza di vita, di significato e di amore. Cf Analogia; Creazione; Gloria; Immagine di Dio; Teologia naturale; Teologia trinitaria.