Sussidiarietà (Lat. « assistenza »)

    134

    È un principio confermato massicciamente dalla dottrina sociale della Chiesa secondo cui le decisioni e attività che appartengono naturalmente ad un livello inferiore non dovrebbero essere portate ad un livello superiore. Nella vita sociale e civile ciò significa, per esempio, che gli organi centrali di uno Stato non dovrebbero intervenire senza necessità al livello locale. Il Concilio Vaticano II si è appellato al principio di sussidiarietà nel trattare della cooperazione intemazionale in fattori economici (GS 86) e nell’indicare i limiti della responsabilità dello Stato in fatto di educazione (GE 3,6). All’interno della Chiesa, la sussidiarietà è stato un principio operativo in molte riforme post-conciliari. Cf Chiesa e Stato; Dottrina sociale; Educazione.