Sensus fidelium (Lat. « senso dei fedeli »)

    155

    Si chiama così l’intuito istintivo dell’intera comunità dei fedeli in campo di fede (LG 12; DV 8). La loro valutazione e il loro discernimento della rivelazione avvengono sotto la guida dello Spirito Santo (Gv 16,13; 1 Gv 2,20.27). Questo senso della fede fa sorgere e si manifesta nel consensus fidelium (Lat. « consenso dei fedeli »), come una causa che produce effetti corrispondenti. Coloro che hanno contribuito a sviluppare questo concetto sono stati: John Henry Newman (1801-1890), Matthias Joseph Scheeben (1835-1888) e Johann Adam Mòhler (1796-1838). Cf Fede; Grazia; Indefettibilità; Spirito Santo.