Semplicità

    346

    La caratteristica di essere indivisibile e non composto di varie parti. Essendo spirituale e interamente presente a sé, Dio è semplice in questo senso ontologico (Gv 4,24; cf DS 297, 800, 805,1880 e 3001; FCC 1.074,5.002, 6.060,6.065). Nella sfera morale, la semplicità si riferisce alla rettitudine d’intenzione senza complessi con cui agisce una persona veramente religiosa (cf Mt 10,16). Cf Immutabilità; Prudenza; Sofferenza di Dio.