Sacramento (Lat. « giuramento pubblico di fedeltà »)

    179

    Un segno visibile istituito da Cristo che rivela e comunica la grazia. La Chiesa Cattolica e quella Ortodossa riconoscono sette sacramenti: il battesimo, la confermazione, l’Eucaristia, il matrimonio, l’ordine, l’unzione degli infermi e la penitenza (cf CIC 840-1165). I cristiani orientali parlano di un « sacramento » come di un « mysterion » (Gr. « realtà nascosta »). Quest’ultimo termine rimanda ad un uso più generale (cf DS 860,1310; FCC 9.001-9.002). I Protestanti riconoscono generalmente solo due sacramenti: il battesimo e l’Eucaristia. Tre sacramenti (battesimo, confermazione e ordine) conferiscono un « carattere » permanente e non possono essere ripetuti (cf DS 781,1313,1767,1774; FCC 9.005, 9.038, 9.291,9.299). A partire dal Medioevo, i sacramenti sono stati considerati secondo la loro « forma », o parole, e « materia », o elementi come l’acqua, il pane, il vino o l’olio usati per la loro celebrazione. La confessione dei peccati da parte del penitente e lo scambio dei consensi nel matrimonio costituiscono la « quasi » materia di questi due sacramenti (cf DS 1601-1816; FCC 9.007-9.363). Notevoli contributi alla teologia dei sacramenti sono stati dati da sant’Agostino di Ippona (354-430), da Pseudo-Dionigi lo Areopagita (circa 500), da Pietro Lombardo (circa 1100-1160), da Ugo di san Vittore (circa 1096-1142), la cui interpretazione simbolica della realtà s’avvicina molto alla teologia orientale, da san Tommaso d’Aquino (circa 1225-1274), da Mattia Giuseppe Scheeben (1835-1888) e da Odo Casel (1886-1948). La teologia contemporanea parla di: Cristo come sacramento primordiale o segno efficace della grazia di Dio, e della Chiesa istituita come sacramento fondamentale che si realizza concretamente nella vita dei sette sacramenti. Questa visione di vita sacramentale è stata sviluppata da Otto Semmelroth (1912-1979), da Karl Rahner (1904-1984) e da Edward Schillebeeckx (nato nel 1914) (cf SC 27; LG 7,11). Cf Battesimo; Carattere; Confermazione; Donatismo; Eucaristia; Ex opere operantis; Ex opere operato; Grazia; Matrimonio; Ministro; Ordine; Res et sacramentum; Sacramento della penitenza; Sphraghìs; Teologia del simbolo; Unzione degli infermi; Validità.