Res et sacramentum

    215

    (Lat. « la cosa significata e il suo segno ») – Si distingue: da sacramentum tantum (Lat. « solo un segno »), come il pane e il vino destinati per l’Eucaristia, e da res sacramenti (tantum) (Lat. « la cosa significata, presa in sé »), ossia la grazia significata e prodotta da un sacramento. Res et sacramentum va oltre la grazia immediata effettuata da un sacramento, e si riferisce alle realtà che permangono come la presenza reale di Cristo nell’Eucaristia (e non semplicemente la grazia della santa comunione), e il carattere indelebile impresso col battesimo, la confermazione e l’Ordine. Cf Carattere; Comunione; Grazia; Sacramento; Simbolo; Sphraghìs.