Potenza obbedienziale

    174

    (Lat. « potenza sotto obbedienza »). È la natura umana in quanto aperta alla grazia divina. Il termine risale a san Tommaso d’Aquino (circa 1225-1274) e al beato Pietro di Tarantasia (circa 1224-1276), conosciuto anche come papa Innocenzo V. Nella teologia post-tridentina, questa apertura umana a Dio fu spesso interpretata in forma statica. Henri de Lubac (1896-1991) e altri hanno usato il termine per indicare come gli esseri umani sono dinamicamente aperti alle iniziative di Dio. Cf Grazia.