Passione (Lat. « soffrire »)

    246

    Nella filosofia aristotelica, in quanto applicato all’essere contingente e in contrasto con l’agire, il termine « passione » significa l’essere cambiato. Nella teminologia cristiana, per « Passione » si intendeno le sofferenze e la crocifissione che Gesù subì per la nostra salvezza (cf 1 Pt 2,21-25). I quattro Vangeli terminano tutti con un racconto dettagliato della sua passione (Mt 26-27; Me 14-15; Le 22-23; Gv 18-19). La domenica delle Palme si legge il racconto della Passione di uno dei Sinottici, e il Venerdì Santo dal Vangelo di Giovanni. Cf Redenzione; Riscatto; Salvezza; Settimana Santa.