Materialismo

    229

    Qualsiasi teoria che neghi le entità spirituali, come Dio e l’anima umana, ed ammetta soltanto l’esistenza di ciò che è percettibile, la realtà estesa. Una forma classica di materialismo fu articolata dal filosofo greco Epicuro (341-270 a.C.), ed espressa in versi dal poeta romano Lucrezio (circa 99-55 a.C.). Le versioni moderne del materialismo sono derivate da Ludwig Feuerbach (1804-1872), da Karl Marx (1818-1883) e da Friedrich Engels (1820-1895). Cf Ateismo; Marxismo; Panteismo.