Lumen fidei

    191

    Suddivisa in quattro capitoli, con un’introduzione e una conclusione, questa Enciclica di papa Francesco, assume il prezioso lavoro compiuto dal papa emerito Benedetto XVI.

    La Lettera tratta la centralità della fede e pone attenzione alla capacità della fede di illuminare tutta l’esistenza dell’uomo, di aiutarlo a distinguere il bene dal male, in particolare in un’epoca, come quella moderna, in cui il credere si oppone al cercare.

    In secondo luogo, la Lumen Fidei vuole rinvigorire la percezione dell’ampiezza degli orizzonti che la fede apre per confessarla in unità e integrità. La fede, infatti, non è un presupposto scontato, ma un dono di Dio che va nutrito e rafforzato.

    «Chi crede, vede», scrive il Papa, perché la luce della fede viene da Dio ed è capace di illuminare tutta l’esistenza dell’uomo: procede dal passato, dalla memoria della vita di Gesù, ma viene anche dal futuro perché ci schiude i grandi orizzonti dell’Eterno.

    (Cf. Orientamenti, nn. 12, 22, 24, 47)