Locus theologicus (Lat. « luogo teologico »)

    419

    I temi principali della fede cristiana (= luoghi comuni), o anche i princìpi fondamentali e le fonti per la teologia medievale, barocca e neoscolastica (e umanesimo del Rinascimento) nel presentare la dottrina in modo sistematico. In un’opera postuma, De locis theologicis (1563), Melchior Cano ha sviluppato l’impatto del nuovo umanesimo. Ha elencato sette loci che dipendono, direttamente o indirettamente, dall’autorità divina e dalla rivelazione: la Parola di Dio nella Scrittura; la tradizione degli Apostoli; la Chiesa universale; i Concili; l’insegnamento del Papa; i Padri della Chiesa; i teologi e i canonisti. Come aiuti aggiunti, Cano ricordava: la ragione naturale; i filosofi e i giuristi; la storia e la tradizione. Il metodo di Cano esercitò un grande influsso. Deve, però, lasciare più posto al mistero e inserire i temi della storia della salvezza e della liturgia. Cf Deposito della fede; Dogma; Dossologia; Lex orandi – Lex credendi; Liturgia; Metodi in teologia; Neoscolastica; Rivelazione; Tradizione.