Kèrigma (Gr. « l’atto di proclamare » o « il messaggio proclamato »)

    213

    Il messaggio centrale che annuncia l’azione e l’offerta decisiva di Dio di salvare con la morte e risurrezione di Gesù (Rm 16,25; 1 Cor 121; 15,3-5), e che precede l’istruzione dettagliata intorno a Gesù e al Cristianesimo. Nei « Settanta », la parola « kèrigma » può essere un annuncio ufficiale da parte di un presbitero (cf Es 32,5), o la parola ispirata di un profeta (cf Is 61,1). I Vangeli sono eminentemente kerigmatici, in quanto sviluppano l’annuncio della buona novella (per es., Me 1,1.14). Cf Omelia; Predicazione; Settanta; Teologia kerigmatica.