Foro interno (Lat. « fòrum »: piazza)

    224

    L’area della coscienza personale, a cui Dio solo ha un accesso adeguato. I tribunali ecclesiastici trattano del fòro esterno (Lat. « forum extemum »), ossia di quanto si può osservare pubblicamente. « L’atto amministrativo, che riguarda il foro esterno, si deve consegnare per iscritto… » (CIC 37; cf anche CIC 74,130,144,1074,1081-1082,1123,1126,1145,1319,1340, 1361 e 1732). Quello che dicono i penitenti nel sacramento della riconciliazione appartiene al foro interno ed è strettamente protetto dal sigillo della confessione (cf CIC 64,74,130,142,144, 508,596,1079,1082,1355 e 1357). Cf Beatificazione; Canonizzazione.