Decime

    313

    Si tratta della decima (o altra) parte del prodotto della terra dato per il mantenimento del clero e per sostenere la missione della Chiesa mediante scuole, ospedali, aiuti ai bisognosi e opere di evangelizzazione. L’aiuto ai sacerdoti dell’AT e ai luoghi di culto (cf Gn 14,16-20; Dt 12,6.11.17) era prescritto per legge (cf Nm 18,25-32; Dt 14,22-29). Il NT si limita a ritenere giusto che le comunità cristiane sostengano coloro che proclamano la Buona Novella (cf Mt 10,10; Le 10,7; 1 Cor 9,7-14; 1 Tm 5,18). Dopo la conversione dell’Europa al cristianesimo, le decime finirono per diventare tasse da pagare. Dove gli Stati non riconoscono più e non sostengono le Chiese in questo modo, la missione va sostentata con contributi volontari. Cf Chiesa e Stato; Giustizia; Koinonìa.