Catechesi e carità

    170

    La carità è la «forma» di tutte le virtù cristiane; è il segno distintivo dei discepoli del Signore; è lo scopo e la miglior realizzazione della vita ecclesiale; è la necessaria risposta della creatura al Dio che per primo l’ha amata.

    Tra catechesi e carità c’è uno stretto rapporto; il servizio alla verità, proprio dell’annuncio cristiano, educa la fede che matura nell’esercizio della carità. Dio stesso è il fondamento della carità (Deus caritas est 1): se Egli ci ha amato anche noi dobbiamo amarci gli uni gli altri.

    Ne scaturisce la consapevolezza che tutta la vita è vocazione a conoscere e ad amare Dio e il prossimo nel concreto dell’impegno nel mondo (Cf. RdC 47). Per questo ogni itinerario di catechesi e di iniziazione cristiana avrà cura di educare alla carità, virtù essenziale della vita cristiana.

    È questo uno dei compiti prioritari della catechesi di iniziazione alla vita ecclesiale. Ciò avviene non solo presentando il messaggio evangelico come messaggio di liberazione, ma iniziando alla testimonianza della carità con la scelta preferenziale dei poveri, indispensabile nel contesto di nuova evangelizzazione.

    (Cf. Orientamenti, n. 18, 45)