Apocrifi (Gr. ” nascosti ”, o ” non genuini ”)

    154

    Libri dell’AT scritti in greco (la maggior parte tra il 200 a.C. e il 70 d.C.), stampati nelle Bibbie cattoliche, ma spesso omessi in quelle protestanti. Comprendono libri come quello di Tobia, di Giuditta, del Siracide, della Sapienza e il lo e 2o dei Maccabei (cf DS 213, 354). Cf Antico Testamento; Bibbia; Canone delle Scritture; Libri deuterocanonici; Vangeli apocrifi; Volgata.