Commento a Esodo 37-40

82

L’Esodo si conclude come Dio comanda, nel vero senso della parola. Tutto quanto occorre per la Tenda del Convegno, per l’Arca dell’Alleanza e per il sacerdote Aronne con i suoi discendenti viene offerto seguendo fedelmente quanto il Signore aveva ordinato a Mosè, il quale pure segue con fedeltà la voce di Dio per completare e consacrare ogni cosa.

L’opera creativa è terminata: guidato da Mosè, il Popolo fa la sua parte nel rispondere all’incontro proposto dal Signore. Quella Dimora era piena della Gloria del Signore, perché fatta da mani d’uomo, uomo capace di creare capolavori straordinari quando esprime il proprio “sì” all’Alleanza con chi ci libera dalla schiavitù, perché ci ha creato e ci ricrea sempre a vita nuova.

Se hai mai seguito la voce di Dio nel tuo cuore per realizzare qualcosa, hai riconosciuto anche tu la sua Presenza tra le pieghe del tuo capolavoro?

Leggi qui i capitoli della Bibbia.

A cura di Piotr Zygulski

Articolo precedentedon Gabriele Nanni – Commento al Vangelo del 6 Maggio 2021
Articolo successivoFabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 6 Maggio 2021