Commento a 1 Samuele 16-19 (1Sam 16-19)

69

Saul, che prima si era giovato della vittoria di David per sconfiggere il gigante Golia dei Filistei, inizia a vedere in quel giovane un avversario. Nel frattempo Samuele lo aveva pure consacrato come futuro re, scelto dallo Spirito di Dio tra i figli di Iesse: guardando soprattutto al suo cuore, e non all’apparenza.

David diventa amico intiml di Gionata, figlio di Saul, del quale ne sposa la figlia Mikal. Entrambi – preferendo David al proprio padre – lo aiutano a scampare dagli scatti di invidia di Saul, in preda a uno spirito maligno. David, suonando la cetra, un tempo riusciva però a calmare l’animo del re. Lo spirito cattivo di Saul porta a utilizzare David solamente quando gli viene comodo: per placare la sua agitazione, per vincere in battaglia. Per il resto ne è invidioso e teme che possa prendergli il posto.

Ti capita di essere invidioso di qualcuno che ti ha servito quando avevi bisogno ma che ora sta diventando molto più apprezzato di te?

Leggi qui i capitoli della Bibbia.

A cura di Piotr Zygulski

Articolo precedenteCommento a 1 Samuele 12-15 (1Sam 12-15)
Articolo successivoCommento al Vangelo di Matteo – Mt 2, 19-3,6