Uomini e Profeti: Leggere la Bibbia – Le sfide del tempo

37

Le sfide del tempo – con Enzo Bianchi

domenica 22 aprile 2012

La Bibbia ebraica – la Legge, i Profeti e gli Scritti – finisce con quello che viene definito il Primo Testamento. Ma la Bibbia dei cristiani  comprende una serie di piccoli libri che vanno sotto il nome di Primo o Nuovo Testamento. Dalla prossima settimana ne inizieremo la lettura, ma oggi ci chiediamo con Enzo Bianchi, priore della Comunità monastica di Bose,  a quali sfide si trova di fronte oggi il credente. Siamo investiti oggi di un pensiero “planetario” che deve forzatamente allargare il proprio sguardo oltre le storie individuali: come mettersi in relazione alle fedi degli altri? E come confrontare la propria fede con il pensiero scientifico? Le visioni vertiginose del cosmo ci proiettano in un universo multiforme e sterminato: dove collocare il posto di Dio? Di fronte allo “sgomento degli spazi infiniti” (Pascal) come pensiamo Dio? Come un principio inaccessibile che “attraversa” il cosmo, o come un’idea di bene che si fa vicina alla creatura?
Ricorderemo anche, in questa puntata, Ernesto Balducci, profeta della cristianità dei nostri tempi, che si pose tempestivamente tutte queste questioni. 
Da oggi introduciamo anche una piccola novità. Non più le “Musiche della Bibbia”, che potete trovare tutte sul nostro sito, ma la “letteratura” che in maniera più o meno diretta si è ispirata alle tematiche evangeliche e bibliche. Oggi iniziamo con una pagina da Albert Camus, L’uomo in rivolta. 

[powerpress]

Mirror per il file mp3 (in caso di mancato funzionamento del podcast)

Link al podcast su iTunes

Articolo precedenteUomini e Profeti: Leggere la Bibbia – Gesù di Nazareth. La storia di un uomo
Articolo successivoCommento al Vangelo del 29 aprile 2012 – don Gigi Bavagnoli