Uomini e Profeti: Leggere la Bibbia – Il sabato è stato fatto per l’uomo [Marco 2 e 3,1-6]

4

Il sabato è stato fatto per l’uomo – con Giacomo Perego

domenica 20 maggio 2012

Nel secondo capitolo del Vangelo di Marco, ecco che Gesù, muovendosi tra Cafarnao e la Galilea, muovendosi tra la casa, le strade, la sinagoga e indugiando sulle rive del lago di Tiberiade, continua a compiere gesti prodigiosi, ma anche gesti provocatori: come quello compiere gesti di convivialità con la gente che maneggia denaro e con i peccatori, e come quello di strappare con i suoi discepoli delle spighe in giorno di sabato. Manifesta così, poco a poco, la “novità” di cui ritiene di essere portatore, convincendo molti e irritando i ligi tutori della Legge. Quattro sono i gesti di guarigione compiuti. Quattro le domande, insidiose, che gli rivolgono le autorità religiose.Qualcosa sta cambiando, nella fede di Israele, o è venuto qualcuno che semplicemente vuole ricordare le priorità stabilite nella Legge stessa? In ogni caso, la tensione cresce. Ma inizia anche a prender forma la predicazione di Gesù. Attraverso parabole,  richiamando le antiche Scritture, e introducendo immagini nuove. Ne parliamo con Giacomo Perego, autore di un commento al Vangelo di Marco che si inserisce in una stupenda collana di versioni della Bibbia “dai testi antichi”.

Per “Letteratura” vi proponiamo alcune “Parabole” di Antonio Machado.

Suggerimenti di lettura

[powerpress]

Mirror per il file mp3 (in caso di mancato funzionamento del podcast)

Link al podcast su iTunes