Giovani e sballo mortale: tutta colpa delle discoteche?

20

disco

Rabbia, dolore, sgomento. E poi l’immancabile circolo vizioso delle sterili polemiche. In quale modo si sarebbe potuta evitare la morte del diciottenne Lorenzo Toma in una discoteca del Salento? Chi avrebbe dovuto impedire che in quel luogo di divertimento, anche estremo, circolassero cocaina ed ecsasy? E’ giusto chiudere queste discoteche dopo l’ennesima morte di un ragazzo?

[powerpress]

Tutto il servizio su Radio Vaticana

[ads1]

Articolo precedentePapa Francesco – Lettera per l’istituzione della “Giornata Mondiale di Preghiera per la Cura del Creato”
Articolo successivoCommento al Vangelo di domenica 16 agosto 2015 – p. Fernando Armellini