Enzo Bianchi – Aggiungere vita ai giorni

381

La vecchiaia, specialmente quella che ha conosciuto tutti gli onori, possiede un’autorità che vale ben più di tutti i piaceri della giovinezza” diceva Cicerone nel suo De senectute, eppure troppe volte si parla di queste due età come mondi in eterno conflitto, senza riconoscere la necessità di un’occasione di dialogo senza chiusure dettate da preconcetti.

Secondo Enzo Bianchi, fondatore della comunità di Bose, la vecchiaia è infatti “una stagione da viversi, non dev’essere semplicemente l’anticamera degli ultimi giorni” ed è imperativo affrontare debolezze e paure, nelle diverse forme in cui giungono, con un’opera di accettazione e mai di resa.

Il filosofo e psicanalista Umberto Galimberti incontra l’autore di La vita e i giorni, per indagare insieme su come chi ha raggiunto la terza età possa ancora essere una guida per le nuove generazioni.

Mantova, 9 settembre 2018 Festival della Letteratura

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.