Domenica 01 giugno 2008 – Una roccia sicura!

126

Questa è una
rielaborazione audio/video sulle letture della Messa di: DOMENICA 01 GIUGNO 2008 – IX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO a cura
di Antonio Di Lieto. Il titolo della Messa, che unifica
tutte le letture, secondo me è: Una roccia sicura!

{audio}http://www.bellanotizia.it/Materiali/2008%20ANNO%20A/31%20IXTO%20unarocciasicura/01_Giu_08_-_Una_roccia_sicura_!-.mp3{/audio}

{mgmediabot2}path=http://www.bellanotizia.it/Materiali/2008%20ANNO%20A/31%20IXTO%20unarocciasicura/01_Giu_08_-_Una_roccia_sicura_!-.mp3|popup=true|popupcaption=Apri il file in una pop-up|width=300|height=50{/mgmediabot2}

PRIMA LETTURA (dal libro del Deuteronòmio 11,18.26-28.32)
Mosè parlò al suo popolo dicendo: “Scrivete sul palmo della mano, i comandamenti che il nostro Dio ci ha donato. Teneteli sempre davanti agli occhi: stampateveli nell’anima e sul cuore! Vedete, ora il vostro futuro dipende solo da voi: se obbedirete a queste Sue magnifiche norme, sarete pieni di benedizione. Ma se vi allontanate dalla Sua strada, per seguire idolatrìe sconosciute, troverete solo maledizioni. Cercate in tutti i modi quindi, di mettere in pratica le leggi che il Signore vi ha dato: e costruirete la vostra vita su UNA ROCCIA SICURA !”.

SALMO RESPONSORIALE (Salmo 30,2.4.17.25)
Sei tu Signore, la mia ROCCIA di rifugio. In te mio Dio, cerco riparo: non resterò deluso. Tu che sei giusto, difendimi. Ascolta il mio grido: vieni presto a liberarmi. Tu sei la mia ROCCIA di rifugio, la fortezza dove posso ripararmi: al SICURO. Ti prego non tradire la Tua fama, guidami: e resta sempre al mio fianco. Su di me, Tuo umile servo, fai splendere il Tuo sorriso. Il Signore ci farà vedere la Sua misericordia: e verrà a salvarci. Voi tutti che sperate in Dio quindi, siate forti: e non scoraggiatevi !

SECONDA LETTURA (dalla lettera di Paolo ai cristiani di Roma 3,21-25a.28)
Carissimi fratelli, la salvezza annunciata dalla Bibbia e dai Profeti, possiamo ottenerla ora non tanto rispettando mille leggi religiose: ma affidandoci con tutto il cuore a Gesù Cristo. Tra gli uomini infatti non c’è tanta differenza: tutti pecchiamo e non meritiamo l’amore di Dio. Possiamo essere salvati allora, solo per Sua grazia: accettando con fede, la redenzione operata da Cristo gratuitamente. Dio cioè ha stabilito che Suo Figlio fosse uno strumento di espiazione, per tutti coloro che si affidano a Lui. Per questo noi riteniamo che l’uomo si salva non tanto per le opere che compie, ma se si aggrappa con fede a Gesù Cristo: l’unica vera ROCCIA di salvezza !

VANGELO (Matteo 7,21-27)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: “Non basta dire a parole «Signore, Signore», per entrare nel regno dei cieli: ma bisogna fare veramente la volontà di Dio, nostro Padre. Nel giorno del giudizio infatti, molti mi diranno con presunzione: «Signore, Signore, noi abbiamo parlato sempre nel tuo nome: e nel tuo nome abbiamo combattuto il male e compiuto grandi cose!». Ma io risponderò: “Voi mi avete seguito solo a parole. Mi spiace, ma non posso farvi entrare: perché avete compiuto sempre e solo azioni malvage!”.

Perciò non basta ascoltare le mie parole: bisogna metterle in pratica. Costruite su di esse la vostra vita, e sarete come quegli uomini intelligenti che hanno costruito la propria casa sulla ROCCIA. Può soffiare il vento, cadere la pioggia, persino straripare il fiume, ma quella casa non cade: perché è fondata sulla ROCCIA.

Chi invece solo ascolta le mie parole ma non le mette in pratica, sarà come quegli uomini stupidi che costruiscono la loro casa sulla sabbia: al primo vento e alla prima pioggia crolla. Mettete in pratica le mie parole dunque: ed avrete costruito la vostra vita, su di UNA ROCCIA SICURA!”.

Devo precisare che, anche se la lettura di queste
bellenotizie aiuta a comprendere la prima parte della Messa (Liturgia della
Parola), non potrà mai sostituire la seconda parte (Liturgia eucaristica), in
cui ci viene data la possibilità si “abbracciare” veramente il
Corpo di Cristo.
Sul sito http://www.bellanotizia.it puoi
scaricare tante altre “bellenotizie”, anche in forma di registrazione-audio e
presentazione-video, oltre a diversi miei articoli,
scritti, corrispondenze-mail ed ipotesi innovative.