Scopri cosa si festeggia davvero a Ferragosto

193

Il 15 agosto (Ferragosto) in tutto il mondo cristiano si festeggia l’Assunzione al cielo di Maria, un evento unico perché nessuno oltre la Vergine può godere del privilegio di essere assunto in cielo in anima e corpo. Ma tu lo sai dove e come avvenne?

In pochi sono a conoscenza degli eventi intorno a questa ricorrenza così importante. E questo perché non esistono riferimenti agli ultimi anni di vita della Madonna, nei testi “canonici” (Vangelo e Atti degli Apostoli). In compenso, a partire dal II secolo d.C., abbiamo numerose tradizioni di testi che raccontano della Dormitio (dormizione: un sonno di morte), Transitus (passaggio dalla vita terrena alla vita eterna) e Assunzione di Maria. La memoria quindi è antichissima e risale al periodo giudeo cristiano per essere poi ripresa dai Padri della Chiesa. 

«Nella tua maternità hai conservato la verginità, nella tua dormizione non hai abbandonato il mondo, o Madre di Dio; hai raggiunto la sorgente della Vita, tu che hai concepito il Dio vivente e che con le tue preghiere libererai le nostre anime dalla morte»
-Antifonta bizantino della festa della dormizione della beata Vergine Maria-

Secondo la tradizione, Maria cadde in un sonno quasi di morte sul Monte Sion, alla presenza degli apostoli riuniti. Storicamente si trovava vicino al Cenacolo, luogo dell’ultima cena, dove i discepoli di Gesù avevano continuato a trovarsi dopo la sua ascensione al cielo e dove si era formata la prima comunità cristiana. Nell’antichità, il luogo dell’ultima cena e della Dormizione, erano racchiusi dentro un’unica enorme Basilica, ma oggi sono due luoghi diversi a pochi passi l’uno dall’altro.

Dal Monte Sion gli apostoli portarono Maria in processione per deporla in una grotta nella Valle del Cedro, ai piedi del Monte degli Ulivi. Qui la misero su un banco di pietra da cui venne poi Assunta il terzo giorno dalla sua deposizione. Anche su questo luogo sorse da subito un santuario venerato da giudeo cristiani. In epoca crociata venne poi eretta un’enorme Basilica di cui oggi rimane testimonianza nella chiesa di proprietà dei greci ortodossi. Probabilmente questa era la cripta dell’antica chiesa crociata e contiene al suo interno l’edicola con il banco di pietra dove fu deposta la Vergine.

La festa è molto sentita dai cristiani di Gerusalemme, che il 15 di agosto si recano alla Tomba di Maria in processione, ripercorrendo la strada degli apostoli, dal Monte Sion, verso la grotta. La più caratteristica è quella degli ortodossi, a cui si uniscono moltissimi cristiani locali di altre confessioni provenienti anche da Betlemme e dalla Galilea insieme a molti pellegrini. All’alba del 15 agosto questi percorrono le vie della Città Vecchia fino alla Valle del Cedro portando la Vergine in processione. I fedeli che arrivano alla chiesa della tomba di Maria, depositano le loro candele accese lungo la scalinata che scende verso l’edicola con la tomba, preparando un tappeto di luce per la Vergine. L’effigie verrà poi deposta nell’edicola dove rimarrà per tre giorni che, secondo tradizione, precedono l’Assunzione. 

Fonte: ATS Pro Terra Sancta

Articolo precedenteIl Vangelo del giorno per la famiglia – mercoledì 15 Agosto 2018
Articolo successivoIl Vangelo del giorno, 16 Agosto 2018 – Mt 18, 21 – 19, 1