La parola “avvento” significa apparire, arrivare, venire. L’Avvento è il tempo di preparazione della Chiesa alla celebrazione del
dono che Dio ci fa del suo Figlio. La nostra liturgia raccoglierà i grandi temi dell’Avvento sulla speranza, l’attesa e la
preparazione. Durante l’Avvento ricordiamo la venuta di Cristo a Betlemme e attendiamo con ansia la sua seconda venuta alla
fine dei tempi. L’Avvento è un tempo di attesa vissuta nella gioia.

Il colore predominante durante l’Avvento è il viola. A differenza della quaresima, l’Avvento non è un tempo penitenziale. Il
colore viola rappresenta la speranza, l’attesa e la guarigione. È uno dei colori reali. Ci stiamo preparando per accogliere il Re, il
“sole di giustizia” che “sorgerà con raggi benefici” (Mal 3, 20)

L’usanza della corona d’Avvento iniziò in Germania nel XVI secolo. Essa simboleggia i molti anni in cui il popolo di Israele ha
aspettato nelle tenebre affinché venisse l’atteso Salvatore. La luce della corona cresce progressivamente durante la nostra
preghiera d’Avvento.

L’Avvento ha due parti. Le prime due domeniche si concentrano sulla preparazione per il ritorno di Gesù alla fine dei tempi. Le
seconde due domeniche si concentrano sulla preparazione alla celebrazione per la ricorrenza della nascita di Gesù.
I Vangeli delle domeniche d’Avvento hanno quattro grandi movimenti:

  1. Vegliate!
  2. Preparatevi!
  3. Rallegratevi!
  4. Ricevete!

L’Avvento è un cammino che va dal Maranatha! Vieni, Signore Gesù all’ Emmanuele, il Dio con noi!

Image by TizzleBDizzle from Pixabay 

Articolo precedenteI Carmelitani di Australia e Timor-Leste – Commento al Vangelo di domenica 28 Novembre 2021
Articolo successivop. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 28 Novembre 2021