don Francesco Cristofaro sulla Quaresima

289

Buon cammino di Quaresima

Questo tempo di Quaresima inizia con un rito e con un invito.

Il rito è quello delle sacre ceneri imposte sul capo dei fedeli. Le ceneri si raccolgono dai rami delle ramoscelli di ulivo benedetti lo scorso anno durante la domenica delle Palme. Il sacerdote le impone sul capo dei fedeli scegliendo una delle due espressioni: “Convertiti e credi nel Vangelo” oppure, “ricorda che polvere sei e in polvere ritornerai”. Sono due esortazioni ricche di significato.

Non ha senso dirsi e professarsi cristiani se non si crede nel Vangelo ma, soprattutto, non si vive secondo il Vangelo. Convertirsi significa scegliere ogni giorno Gesù, il Vangelo, i comandamenti, le bestitudini. Convertisi significa ogni giorno sforzarsi di abbandonare i vizi, crescere nelle virtù. Convertirsi significa scegliere ogni giorno la via del perdono della misericordia, dell’umiltà, della pace, della carità. Convertisi significa, somigliare sempre di più a Cristo.

La seconda esortazione: “ricordati che polvere sei e in polvere ritornerai” ci dice chi in realtà noi siamo: creature di Dio che vengono dalla polvere del suolo e dalla sua Parola Onnipotente. E tutto questo ci esorta ad un grande atteggiamento di umiltà. Noi non siamo Dio. Non possiamo prendere il suo posto. Siamo creature di Dio. Sia lontana dalla nostra vita e dal nostro cuore la superbia, l’arroganza, la cattiveria. Sia nostra la bontà, la mitezza, la bellezza.

Questo tempo di Quaresima sia per noi davvero un tempo di grazia. Ognuno si soffermi e pensi al suo cammino di fede. Con onestà provi ad analizzarlo. Cosa mi manca? Cosa mi impedisce di progredire nella santità? Cosa sporca il mio cuore? Cosa rallenta il mio cammino spirituale?

Dopo aver risposto a queste domande sono pronto a prendere delle decisione serie che però non si traducano in fioretti sterili che non servono al cammino di conversione?

Ti auguro con tutto il cuore che da questo tempo di deserto tu possa uscire vittorioso. Una cosa devi sapere: Gesù andò nel deserto. Lì si mise in preghiera. Ma la sua preghiera e il suo desiderio di fare la volontà del Padre incominciarono ad essere disturbate dalle tentazioni del demonio. Tu oggi come me inizi con entusiasmo questo cammino. Sappi che si insinuerà il demonio e ti tenterà con ogni mossa. La preghiera, la prudenza e la grazia di Dio ti faranno vincere ma non cadere nell’illusione di dire: “sono più forte io”. Buon cammino di Quaresima.